UNA SORPRESA MEMORABILE

Due articoli per raccontare un giorno speciale, emozionante e denso di significati che rimarrà a lungo nella nostra memoria.

UN INCONTRO MEMORABILE

Il giorno 1 aprile 2019 noi ragazzi di classe terza ci siamo recati in aula magna per la presentazione del libro “01.04.44 Italia-Germania” scritto da Doriano Pela, studioso di storia locale.libro

Ci ha raccontato che l’idea di scrivere questo libro gli è venuta qualche tempo fa mentre, nella zona di Macerata, intervistava alcune persone. In quella occasione, qualcuno gli raccontò la storia dei fratelli Maurelli, due appassionati di calcio vissuti nel periodo della Seconda Guerra Mondiale la cui vita, già resa difficile dal conflitto e dall’occupazione nazista, fu sconvolta quando vennero convocati dal tenente Kobler della Feldgendarmerie di Sarnano (La polizia militare nazista), per una singolare richiesta.

pelaIl racconto ci ha appassionato ed alcuni di noi hanno posto delle domande al prof Pela per saperne di più sull’episodio, ma come è giusto, il finale della vicenda non è stato rivelato per non comprometterne la lettura.

All’inizio dell’incontro il nostro Dirigente aveva fatto la premessa che poi ci sarebbe stata una sorpresa per noi alunni e infatti, quando meno ce lo aspettavamo, è entrato in aula magna il famosissimo allenatore della Nazionale: Roberto Mancini. Insieme a lui sono entrati anche gli intervistatori e i cameramen delle TV nazionali che aspettavano impazientemente il ritorno dell’ex calciatore jesino nella sua città natale.

Inutile dire che per noi la sorpresa è stata veramente grande!!!

Un’esperienza unica e irripetibile, perciò abbiamo deciso di accoglierlo al meglio cantando tutti insieme l’inno nazionale, proprio come all’inizio di un evento sportivo.

Abbiamo continuato l’incontro ponendo a Mancini alcune domande sul calcio in generale e sulla sua carriera alle quali egli ha risposto con cortesia; in conclusione, ha preso la parola l’assessore allo sport di Jesi facendo notare che alcuni degli atleti italiani campioni nelle varie discipline sono nati e cresciuti proprio nella nostra città.

Alexia e Giorgia, classe 3B

UNA BELLISSIMA SORPRESA

Il primo di aprile, noi classi terze della nostra scuola abbiamo incontrato Doriano Pela, autore del libro “01/04/44 Italia – Germania”.

La storia è ambientata a Sarnano, un piccolo paese ai piedi dei monti Sibillini, al tempo dell’occupazione nazista in Italia. Due fratelli, Mimmo e Mario Maurelli, il primo calciatore e il secondo arbitro di calcio, vengono convocati da Kobler, un sergente tedesco delle forze di occupazione. Quest’ultimo chiese ai due uomini di trovare 11 giocatori italiani per organizzare una partita di calcio pena rappresaglie nei confronti della popolazione locale. I due fratelli riescono con fatica a trovare tutti i calciatori ma, anche se Kobler ha promesso di non fare del male a nessuno, gli italiani cercano di non vincere perché hanno paura di essere uccisi. Nel corso della partita, però, le cose cambiano. Infatti, Mario Maurelli, arbitro della partita, estrae addirittura il cartellino rosso verso il sergente Kobler assolvendo fino in fondo al suo ruolo…insomma, alla fine, nonostante la paura, la passione per il calcio vince su tutto!

Questo libro ci ha colpito molto, perché i fatti narrati non sono inventati, ma realmente accaduti e i personaggi tutti esistiti, tranne due di loro che, per ammissione dell’autore sono stati inventati per completare la storia.

Secondo voi, qual è stato il risultato finale della partita?

Noi lo scopriremo leggendo!!!

mancio Nella seconda parte dell’incontro, abbiamo avuto una piacevolissima sorpresa: è venuto a farci vista Roberto Mancini, allenatore della Nazionale Italiana di calcio.

Dovete sapere che lui ha studiato proprio qui, nella nostra scuola!

Lo abbiamo accolto con l’inno nazionale ed è stato emozionante cantarlo insieme a lui! Abbiamo anche visto un video dove erano stati raccolti quelli che secondo alcuni sono i suoi gol più belli, ma lui ci ha detto che ogni gol che ha fatto nella sua carriera è stato importante. Poi, anche se un po’ timidamente, alcuni di noi hanno posto delle domande a Mancini e, alla fine dell’incontro, molti sono anche riusciti ad ottenere un autografo.

Noi alunni siamo stati felicissimi di averlo incontrato e ringraziamo il Preside e tutti i professori per averci organizzato questa bellissima sorpresa!

Isabella, Simona e Martina, classe 3A

 

Questa voce è stata pubblicata in Istituto. Contrassegna il permalink.

4 risposte a UNA SORPRESA MEMORABILE

  1. Federico Santinelli scrive:

    “Passione, sacrificio, impegno” tre parole chiave per avere successo nello sport, negli studi, e in generale nella vita.

  2. Federico Santinelli scrive:

    La storia raccontata dal libro mi ha ricordato il film “Fuga per la vittoria”. E a voi? Il vostro articolo ha acceso la mia curiosità di leggerlo per scoprire il finale.

  3. Massimo Fabrizi scrive:

    Sì, caro Federico, è stata la prima cosa che ho detto a Doriano Pela quando mi ha detto del suo libro. Fra l’altro ho letto in giro che stanno facendo un remake del bellissimo film “Fuga per la vittoria”. Passione, impegno e sacrificio sono, giustamente, le cose che di se stessi è necessario mettere in campo nella vita. Ogni giorno della nostra esistenza è fatto di queste componenti….

  4. Giulia scrive:

    Molto bello anzi bellissimo l’articolo e il libro. Anche io ero presente quando è venuto Roberto Mancini e anche per me è stata un’esperienza indimenticabile.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *