IL TORMENTONE ESTIVO

uomini-donne-ascolto-musica[1] (1)

La definizione di tormentone offerta da uno dei dizionari più autorevoli è quella di “persona o cosa che viene insistentemente proposta dai Media, risultando tediosa e irritante”. Il tormentone estivo, sul piano musicale, è una canzone che viene proposta diffusamente dai mezzi di comunicazione, che non sono solo la televisione o la radio, ma anche, siti o piattaforme, come Youtube e Spotify. Normalmente la canzone ha un ritornello molto orecchiabile, un ritmo ballabile e coinvolgente.sagome-di-persone-che-ballano-su-uno-sfondo-colorato-confetti_1048-3872[1] (1) Il tormentone estivo, solitamente, fa il suo ingresso a maggio e ha il suo picco di diffusione a luglio e agosto, abbandonando la scena musicale verso settembre. La semplicità della struttura musicale e l’orecchiabilità del ritornello consentono al tormentone di entrare nella nostra testa e di rimanerci per diverso tempo (anche quando non desiderato). Se poi la canzone ci piace, è subito capace di costringerci ad ascoltarla in continuazione.

Con il finire dell’estate anche la musica “tormentante” ci abbandona. Sarà perché dobbiamo tornare sui banchi di scuola o perché ci siamo stancati di essere “tormentati”. Quest’estate vi sono stati diversi tormentoni quasi tutti in lingua italiana (come “Nera” di Irama o “Da zero a cento” di Baby K o ancora “Italiana” di J-Ax & Fedez), a differenza degli anni passati, in cui si è sentito molto lo spagnolo. I tormentoni durano un’estate, mentre le canzoni che non sono scritte per una sola stagione, ci accompagnano per tutta la vita e non solo non ci tormentano, ma sono amiche fedeli.

Alessandro Sistilli

Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.

Una risposta a IL TORMENTONE ESTIVO

  1. Stefano Stronati scrive:

    Ben detto !

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *