IL MARE: FLORA e FAUNA

mare5Buongiorno cari lettori e lettrici, ben tornati nel nostro Blog! Oggi vorrei porvi una domanda: “Quante volte, andando al mare, vi capita di entrare in contatto con pesciolini, meduse ed alghe?”

La risposta sarà per la maggior parte: “Molte volte” o “Spesso” ma, vi siete mai fermati a riflettere su quanto questi piccoli esseri possano essere importanti o addirittura…. interessanti? Beh, quest’oggi, vorrei parlarvi proprio di loro!

 LA FAUNA MARINA 

Il detto: “Il mare è pieno di pesci”, in questo caso, è un ottimo incipit anche se troppo generico. Il mare infatti è sì pieno di pesci, ma è anche colmo di conchiglie, stelle marine,  tartarughe e polipi (non sempre visibili dalla riva) che, a modo loro, influenzano  questo ecosistema.

Delfini e squali sono tra gli animali marini più conosciuti ed amati anche grazie ai vari cartoni animati, documentari e film d’animazione girati su di loro. Altri animali un po’ meno conosciuti ma altrettanto amati sono i pesci pagliaccio, le stelle marine, le balene, i granchi e le tartarughe, anch’essi personaggi di vari classici Disney (Il granchio Sebastian, ad esempio, è uno dei personaggi principali della Sirenetta e il pesce pagliaccio Nemo è il protagonista di un film che porta il suo nome).mare1

Animali un po’ più vicini a noi e più facilmente avvistabili sono i granchietti, i pesciolini, le meduse (molto moleste) e le conchiglie che possiamo trovare vicino alla riva del mare e che spesso vengono insecchiellati dai piccoli bagnanti.

 LA FLORA MARINA

Il mare, oltre ad essere colmo di animali, è anche pieno di vegetazione, di cui rappresentano un ottimo esempio le alghe e i coralli. La flora marina, oltre a produrre ossigeno, costituisce anche un ottimo pasto per crostascei e tartarughe.

mare2Così come la vegetazione terrestre, anche quella marina è però a rischio di estinzione. A causa dell’inquinamento e del riscaldamento globale, infatti, la flora marina sta subendo gravi perdite di specie. Tale fenomeno risulta molto accentuato, in alcune parti dell’oceano Pacifico, dell’oceano Indiano e dell’oceano Atlantico dove, in alcuni luoghi,  è addirittura impossibile avvistare vegetazione. Tuttavia esistono aree del mondo in cui il mare ha ancora le sue caratteristiche originarie ed  è curato e rispettato in ogni suo singolo aspetto: tra queste aree ci sono l’Oceania, alcune isole vicine alle Filippine e all’Indonesia, le Maldive e le Hawaii.

 L’ INQUINAMENTO  E  I  SUOI  EFFETTI  SUL  MARE 

Materiali e sostanze chimiche come la plastica, che sono molto difficili da smaltire, si sono accumulati e man mano sono andati a formare vere e proprie isole di rifiuti nel mare, dette appunto “isole di plastica”.mare3

Plastica e microplastica rappresentano purtroppo le principali cause di morte per due animali  marini su cinque. Tartarughe, pesci palla ed altri esseri infatti,  scambiano oggetti di plastica per cibo e mangiandolo finiscono per morire soffocati, oppure si  impigliano nelle reti e muoiono per dissanguamento o per soffocamento.

Fortunatamente, sono tante le persone e le associazioni che hanno preso seriamente in considerazione questo problema e che stanno intervenendo per salvare la vegetazione e gli animali che abitano il mare, anche se tutt’ora restano comunque tanti i rifiuti da recuperare e smaltire e il lavoro da fare è moltissimo.

   CURIOSITA’

In mare accadono fatti  stravaganti, a volte, anche un po’ comici, per questo motivo ho deciso di elencarvi i casi più recenti e, a mio avviso, divertenti.

Il primo fatto è accaduto qualche mese fa, quando un cucciolo di squalo si è avvicinato alle spiagge pesaresi e ha seminato il panico e lo stupore tra la gente. L’animale ha fatto dei giri di ricognizione e, dopo un po’, se n’è andato via lasciando tutti con un palmo di naso.

Il secondo caso, più curioso e sbalorditivo,  è quello di una balena che, inghiottito per intero un bagnante, con un  fragoroso starnuto lo ha poi letteralmente risputato fuori illeso anche se  comprensibilmente  spaventato!

mare4 Questo è tutto care lettrici e lettori, speriamo che questo articolo vi sia piaciuto. Vi auguriamo un  Luglio felice in riva al mare!

Sofia V.

Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *