Il contributo di Tullio Bugari

Interessante e piacevole serata sabato 29 marzo all’Istituto Comprensivo FedericoII che ha ospitato le associazioni della rassegna Letture per Lottare (ArciAnpiLibera, Casa delle Culture, Centro studi libertariItalia-Cuba, Spaziostello) e insieme hanno presentato Gianluca Solera con il suo libro Riscatto Mediterraneo.

presentazione libro

Importante anche averne parlato  all’ interno di un istituto come il comprensivo Federico II, che un po’ di mediterraneo lo ospita e lo vive da anni nelle proprie scuole, e importante averla tenuta qui questa iniziativa anche per ricordare che le aule di questo istituto furono scelte quindici anni fa per ospitare un laboratorio internazionale nell’ambito del progetto Odysseus 2000, programma Comenius, per sperimentare metodologie interculturali e progettare modelli di accoglienza. Stimoli, storie, motivazioni e impegni sempre attuali e da riproporre continuamente. Presenti all’iniziativa di sabato una sessantina di persone, tra insegnanti, genitori e amici delle varie associazioni; le testimonianze di Solera (perché il suo non è un saggio scritto a tavolino ma un reportage di viaggi e di storie incontrate) e le sue risposte alle domande delle persone presenti all’incontro, si sono alternate alle letture di brani del suo libro, accompagnate in sottofondo dalla chitarra di Massimo Agostinelli. Mentre si svolgeva l’incontro, in un angolo della sala il pittore Andrea Silicati eseguiva i ritratti dei partecipanti, e quindi tra questi non è mancato nemmeno un “ritratto mediterraneo” di Gianluca Solera.  Per l’Istituto Federico II si trattava del secondo sabato consecutivo di impegno pubblico culturale e sociale, in quanto seguiva la festa antirazzista tenuta a scuola il 22 marzo, con un convegno e attività diverse di animazione, con la collaborazione dei genitori e di ancora altre associazioni diverse dalle nostre.

Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il contributo di Tullio Bugari

  1. Riccardo scrive:

    Importantissimo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *