EMOZIONI IN MUSICA

Nei mesi di settembre e ottobre, presso l’Aula Magna del nostro Istituto, si sono tenuti cinque incontri dedicati ad una iniziativa formativa dal titolo “Arrangiamento, Orchestrazione e Direzione d’Orchestra”. Presenti 28 musicisti provenienti da tutta la regione Marche, la maggior parte dei quali docenti di strumento musicale nella scuola secondaria. Formatore del corso il famoso compositore e direttore d’orchestra Roberto Molinelli, che non si è mai risparmiato in consigli, suggerimenti e proposte. Si sono creati momenti magici e tutti i musicisti hanno condiviso partiture, arrangiamenti, esperienze personali e professionali in questi incontri indimenticabili. Un grazie di cuore al Prof. Paolo Zannini per la preziosa collaborazione.

 CORSO AGGIORNAMENTO MUSICA

 

Mercoledì 24 ottobre, ultimo giorno del corso, alcuni alunni iscritti all’indirizzo musicale degli Istituti Federico II e Carlo Urbani sono stati convocati per suonare insieme e condividere questa nuova esperienza. Mentre alla direzione dell’orchestra si sono alternati diversi docenti, altri professori di strumento hanno eseguito insieme a noi studenti i brani proposti. Alcuni di essi erano: “Mamma Mia” degli Abba, “Aria di Papageno” di Mozart e anche “Pirati dei caraibi”. E’ stato bello ed interessante confrontarsi con ragazzi della nostra età e con altri direttori d’orchestra. Spero che un giorno questa esperienza mi possa capitare di nuovo.

Simona Ronca.

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Istituto. Contrassegna il permalink.

5 risposte a EMOZIONI IN MUSICA

  1. Roberta Giuliodori scrive:

    È stata l’occasione per un confronto importante, stimolante e formativo fra tanti colleghi musicisti.
    Davvero una meravigliosa esperienza!

  2. Marco Santini scrive:

    È stata veramente una bella esperieza, di alto valore artistico, didattico e umano.
    Riunendoci per la prima volta con tanti colleghi di strumento delle scuole limitrofe e facendo suonare insieme alcuni dei nostri ragazzi, per alcuni momenti abbiamo respirato il vero significato di “scuola”.

  3. Giulia scrive:

    molto bello l’articolo, io ero presente mi sentivo un po’ agitata.Mi è piaciuta molto questa esperienza e nel tempo spero di rifarla.

  4. Massimo Fabrizi scrive:

    Credo che ciò che accade ogni giorno dentro a questa scuola sia una piccola magia, pur tra le difficoltà che una istituzione complessa e grande come questa riserva. Questa è un’altra perla del repertorio che ogni giorno il Federico II mette in campo. Il maestro Molinelli è una sorta di “mostro sacro” della musica. Quando ho avuto l’onore ed il piacere di presentarlo, all’avvio del corso, mentre leggevo fra le righe del suo curriculum, non sapevo più cosa citare o meno, tanta era ed è la carne al fuoco di una vita da Maestro. Da dirigente di questo Istituto, posso dirmi orgoglioso di avere avuto un uomo di tale levatura a tenere un corso presso la nostra scuola. Un uomo tanto grande, quanto umile e cordiale, affabile. Semplice, così come solo i grandi sanno essere. E davanti a lui una platea di altri Maestri, provenienti dalle scuole della provincia ed oltre. Ed insieme a loro, i ragazzi, che hanno avuto la fortuna di suonare insieme ai propri docenti e ad altri docenti. Credo che questa sia non solo la magia della scuola in generale, di questa scuola in particolare…. Credo che in questo “operare insieme”, in questa interazione generazionale che rappresenta anche il passaggio di un testimone, vi sia l’essenza più recondita del mestiere di docente, di educatore ma anche di uomo….

  5. Paolo Zannini scrive:

    Mi unisco al Dirigente Prof. Fabrizi (non potevano esserci parole migliori per descrivere il senso profondo di ciò che abbiamo vissuto) e agli amici e colleghi Roberta e Marco nel sottolineare l’importante esperienza realizzata insieme.
    Da parte mia li ringrazio tutti di cuore per avermi fatto sentire veramente a “casa” e aiutato nel non facile compito di ideare e organizzare il corso, la prima esperienza di questo genere dopo tanti anni nel nostro ambito scolastico.
    Non posso ovviamente non ringarziare il M° Roberto Molinelli che, fra mille impegni professionali, ha ritagliato spazio anche per noi, per questo momento di crescita professionale e musicale che va sicuramente oltre il semplice valore didattico. E ringrazio tutti i colleghi partecipanti, sempre presenti e propositivi!
    Ma soprattutto voglio ringraziare Simona e Giulia per i vostri commenti e per averci restituito la vostra impressione positiva.
    Sono davvero contento che questa esperienza, seppur breve, vi abbia lasciato il desiderio di avere altre occasioni simili: fare musica insieme, anche se non ci si conosce (e quel pomeriggio a mala pena ci siamo scambiati i nomi!) è sempre un’esperienza bellissima. La musica richiede impegno, dedizione e serietà ma, se fatta insieme con passione, è capace di restituire emozioni uniche.
    Grazie di nuovo a tutti e speriamo di rivederci ancora per suonare insieme …
    … buon lavoro!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *