COME SAREBBE IL MONDO SENZA ANIMALI?

Le famiglie italiane oggi sono composte anche da amici a 4 zampe: nello specifico ci sonoGatto2 6.800.000 cani e 8.500.000 gatti che condividono la loro vita con famiglie. Purtroppo non tutti i cani e i gatti sono così fortunati: ogni anno in Italia, vengono abbandonati 50.000 cani e 80.000 gatti che vanno ad aumentare il numero di randagi, pari a 900.000. L’80% di questi rischiano di essere vittima di un incidente, di morire di stenti o di subire maltrattamenti. Uno dei motivi che spinge le persone ad abbandonare gli amici a 4 zampe sono le vacanze. Pertanto, soprattutto nei mesi estivi, vengono abbandonati molti cani e gatti; eppure abbandonare un animale è un reato punito per legge con multe che vanno da 1.000 euro ai 10.000 euro, con l’arresto fino a un anno.

Infatti adesso vi raccontiamo una storia accaduta realmente a Ranya, passiamo a lei la parola.

GATTO1“Era il 15 maggio 2019, io, mio fratello e mio padre siamo andati in una fattoria. Ad un  certo punto ho visto un piccolo micetto sdraiato sull’erba a prendere il sole, era piccolino e così adorabile che lo volevo prendere solo che lui è scappato. Allora ho preso un bastoncino per giocare, l’ ho attirato e l’ ho preso in braccio correndo da mio padre per farglielo vedere. Papà mi ha detto che era carino e io gli ho chiesto se lo potevamo adottare, lui mi ha detto di si ed io ho saltato per la gioia. L’abbiamo portato dal veterinario e dal quel giorno quel gattino che viveva in campagna, ora è adottato ed ha anche un nome, il suo nome è Teddy.”

Speriamo che vi sia piaciuto l’argomento e vi ricordiamo il nostro motto:

 Salviamo gli animali!!!

Ranya e Lina, 2A

A PROPOSITO DI ANIMALI DA SALVARE:

Top 5 scimmie (o quasi) più buffe e strane al mondo

Cari lettori, visto il periodo un po’ triste, oggi siamo qui per mostrarvi alcune delle scimmie (o quasi) più buffe e strane del mondo, per tirarvi un po’ su di morale …Iniziamo!!

1- Zibetto comune delle palmezibetto

È una specie diffusa in Cina, nelle Filippine, in Indonesia e nel Subcontinente Indiano. È di color grigiastro con orecchie, muso e arti nerastri e pesa all’incirca 3KG. È un animale ghiotto di bacche di caffè, che vengono ingerite, parzialmente digerite e defecate. Le feci vengono poi raccolte per produrre un caffè molto pregiato il KOPI LUWAK, uno dei più costosi al mondo!!

presbite

 

2- Presbite Dorato di Gee

È una scimmia del Vecchio Mondo, diffusa in India. È ritenuta sacra da molte genti himalaiane. Ha un pelo molto folto, di color oro, il muso nero e la coda lunga quasi 50 cm ! La sua dieta è erbivora, si nutre prevalentemente di frutti, foglie, semi, boccioli e fiori. Purtroppo è un animale minacciato dalla distruzione del suo habitat  naturale a causa delle attività umane. É una specie protetta, che nel 2002 contava soltanto  52 esemplari!

3- Nasica

Vive nelle foreste tropicali del Borneo. La particolarità di questa scimmia è il suo nasonasica pendente, più marcato negli individui di sesso maschile, nei quali può raggiungere addirittura i 17 cm! Esso funge da cassa di risonanza, conferendo al verso della Nasica la sua profonda intonazione nasale. Il pelo è folto e morbido, di una colorazione rosso-marrone, sul dorso e ai fianchi è giallo. È erbivora.

4- Scimmia di De Brazzà

È un esemplare originario delle foreste pluviali e paludose dell’Africa centrale. I maschi pesano circa 7 chilogrammi, mentre le femmine circa 4. Gli adulti hanno una pelliccia grigia con dorso bruno-rossastro, arti e coda neri. Entrambi i sessi usano le guance per trasportare il cibo mentre si nutrono; la loro dieta è costituita principalmente da piante erbacee, frutti e insetti.BRAZZà

5- Tamarino Imperatore

tamarino imperatoreIl Tamarino Imperatore è diffuso in una vasta area di foresta tropicale amazzonica che va dal Perù sud-orientale al Brasile nord-occidentale. Misura circa 60 cm di lunghezza e pesa 300/400 g. Il pelo è grigio, ma la sua caratteristica principale sono i baffi bianchi che spuntano dal muso!!

Speriamo di avervi strappato un sorriso!! Fateci sapere nei commenti qual è la vostra scimmia  preferita.

 Filippo, Sara D. Ilaria B., Gabriele M.

Pubblicato in Attualità | 13 commenti

EPIFANIA, tutte le feste porti via!

Buongiorno lettori!

Oggi, 6 gennaio, vi parleremo di un personaggio veramente particolare:

la BEFANA!!

Si sa che l’Epifania rappresenta la chiusura di tutte le feste natalizie, per questo è obbligo chiudere in bellezza. Tutti noi conosciamo questa festa, ricca di caramelle, cioccolatini, calze, streghette e travestimenti. Ma vi diremo di più, lo sapete che ci sono moltissime tradizioni il 6 gennaio, in tutto in mondo? Eccone alcune:

Bolo rei - Dolce portoghese tipico di Natale

-In Portogallo si tende a cucinare con tutta la famiglia “ Il bolo de Rois” ovvero una ciambella che è composta da un impasto biscottoso, frutta candita, mandorle e farcita con della crema. Questa ciambella, rappresenta non solo l’Epifania, ma anche un momento di gioia, dal momento che il 6 gennaio e non il 25 dicembre, come da noi, i bambini possono aprire i doni ricevuti.

GALLETTE DE ROIS

-In Francia, si cucina invece “Le gallette de Rois”, un elegante dolce francese, anche questo dedicato ai Re Magi. Si tratta di una torta bassa con base di mandorle e farcita con creme. L’importante è che nell’impasto sia presente della frutta secca, che celi un portafortuna: anticamente si nascondeva una fava, ora invece una mandorla intera.

VASILOPITA GRECA

-In Grecia, la gente cucina per quasi tutto l’anno questo dolce, ma durante l’Epifania è particolarmente apprezzato, stiamo parlando della “Vasilopita”. Il suo impasto è molto semplice e anticamente si usava nascondere nell’impasto una monetina, come porta fortuna, al girono d’oggi la monetina utilizzata è di cioccolato.

Tra la notte del 5 e il 6, la befana vola sulla sua scopa e con le scarpe tutte rotte, dona ai bambini che si sono comportati bene, dei dolcetti CARBONE DOLCEe ai bambini cattivi invece, del Carbone! L’uso del carbone è ormai diventata una tradizione mondiale, è simbolo del falò che si svolge a fine anno, realizzato come rito propiziatorio. Oggi, esiste anche una versione dolce e golosa di questo alimento che fa impazzire buoni e cattivi! Gli ingredienti per realizzare questa ricetta sono: 300gr di zucchero semolato; 100gr di acqua; 1 albume; 300gr di zucchero a velo; 10gr di colorante nero e 4 gocce di succo di limone.

Nonostante il periodo, sappiate che potete vivere una bellissima Epifania anche in videochiamata, mostrando ai vostri amici e parenti, quello che avete ricevuto e mangiando con loro i vostri dolcetti. Speriamo che questo articolo vi sia piaciuto, vi auguriamo una serena Epifania!!

ILARIA E IRENE

BEFANA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Attualità | Lascia un commento

I FUOCHI D’ARTIFICIO PIU’ BELLI DEL MONDO

I fuochi d’artificio affascinano grandi e piccini e, ovunque ci si trovi, il comune denominatore per festeggiare il Capodanno sono il brindisi e… i fuochi d’artificio, appunto!

Quali sono i più belli e spettacolari del mondo? Quali sono le città che offrono lo spettacolo più affascinante e colorato per i festeggiamenti di Capodanno? A voi la scelta, sicuri che non resterete delusi!

Londra

Londra

LONDRA, REGNO UNITO2 tocchi del Big Ben annunciano l’anno nuovo con uno spettacolo pirotecnico senza eguali! I fuochi partono dal London Eye, la ruota panoramica, dallo stesso Big Ben, dal Tamigi! 

 SIDNEY, AUSTRALIA: siamo in spiaggia, in piena estate, e nei pressi del porto gli spettacoli dei fuochi d’artificio sono ben due: si inizia alle 21 con uno spettacolo un po’ più contenuto, per poi dare sfogo alle arti pirotecniche con i Midnight Fireworks!

Sidney

Sidney

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur

KUALA LUMPUR, MALESIA: templi buddisti, grattacieli e moschee sono il setting dello spettacolo per la fine dell’anno. Le Petronas Tower danno luogo ai fuochi d’artificio fra i più fotografati al mondo, di solito le strade sembrano fiumi di persone e la Merdeka Square è invasa da persone di tutto il pianeta!  Di solito, ma non per la fine del 2020.

 

SINGAPORE, REPUBBLICA DI SINGAPOREluogo d’incontro: Marina Bay. Nella Bay of Hope & Light, poi, i partecipanti ai

Singapore

Singapore

festeggiamenti lasciano scivolare in acqua delle sfere galleggianti di colore bianco che recano i loro desideri e auspici per il nuovo anno. Ma a mezzanotte, tutti con il naso all’insù ad assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio!

 

 

 

Berlino

Berlino

BERLINO, GERMANIA: tutti alla Porta di Brandeburgo a festeggiare l’ultimo dell’anno!

 

NEW YORK, STATI UNITI: siamo al cospetto forse del Capodanno più famoso del mondo.

New York

New York

 

taipel taiwanTAIPEI, TAIWAN: qui a Taiwan  si mettono tutti d’accordo, e il capodanno lo festeggiano ben 2 volte! Quello occidentale, il 31 Dicembre, e quello cinese a Febbraio! E lo spettacolo pirotecnico è da mozzare il fiato: le pareti del grattacielo Taipei 101 sparano fuochi d’artificio senza sosta!

 

DUBAI, EMIRATI ARABI: a Dubai si sa, non badano a spese. Ed infatti, è proprio qui

Dubai

Dubai

lo spettacolo di fuochi d’artificio più grande del mondo! 500 mila fuochi d’artificio esplosi da 400 posti diversi, perfettamente sincronizzati e con luci, forme e colori da restare estasiati! Roba di un altro pianeta…

 

LAS VEGAS, STATI UNITI:  i fuochi d’artificio  di Vegas partono naturalmente dai casinò: Planet HollywoodStratosphereCaesars PalaceMGM GrandThe Venetian, giusto per citarne qualcuno. 8 minuti e 12 secondi, con un sottofondo musicale pazzesco, da lasciare tutti a bocca aperta!

 Las Vegas

Las Vegas

RIO DE JANEIRO, BRASILE: a  Rio il Capodanno si Festeggia in costume e ciabatte su una delle spiagge più belle del mondo.

Rio

Rio

Comunque  abbiate trascorso il  Capodanno, i nostri migliori auguri per un 2021 di serenità.

Sarah e Diego

 

 

 

Pubblicato in Attualità | Lascia un commento

Un insolito CONCERTO di NATALE

aula magna

Tranquilli!! Come tutti gli anni c’è stato, anche se un po’ diverso.

La cosa più strana è stata quella di non avere davanti un pubblico, persone che fanno video e ci torturano con i flash puntati negli occhi. La novità è stato un cellulare che girava tra gli strumenti per riprendere la diretta facebook. Un’altra cosa molto strana è che non abbiamo suonato tutti insieme, ma divisi in gruppetti. Per il resto è stato bellissimo, secondo il nostro parere, perché siamo riusciti a portare avanti la tradizione della scuola, nonostante tutto.

Il programma

aulaNella prima parte del pomeriggio hanno suonato i ragazzi di seconda e un gruppo delle terze. Poi le riprese si sono spostate nei corridoi per presentare ai futuri studenti le varie aule e alcuni dei progetti che caratterizzano il Federico II. In seguito il gruppo dei violini ha presentato il brano “Mentre tutto scorre”, mentre i flauti che hanno suonato ” The sound of silence”. 

Nell’ultima parte ci sono stati due brani suonati dai chitarristi, batterista e pianista tutto accompagnato dalle voci delle ragazze di prima e di Elisa una ex alunna del nostro istituto. I brani suonati sono stati “Miracolo a Natale” e “Oh happy day”.

cantanti

Se volete rivedere i video della diretta li trovate qui →

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=429302001426193&id=100030391891007&sfnsn=scwspwa

https://m.facebook.com/events/149172526658351?view=permalink&id=150353283206942&sfnsn=scwspwa

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=429328958090164&id=100030391891007&sfnsn=scwspwa

 

Per questo articolo è tutto…

GRAZIE PER LA LETTURA!

Diego Benedetti-Filippo Stefanini
 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Istituto | Lascia un commento

CHRISTMAS TOUR MAPS

Buone feste “in quarantena” a tutti!

Quest’anno il periodo di Natale lo dobbiamo passare in casa, ma nessuno ci vieta di luci salernovolare con la fantasia in tempi e luoghi dove regna la vera atmosfera natalizia, so…Happy Christmas!

Salerno

Da dieci anni durante il periodo natalizio a Salerno, città campana, vengono realizzate vere e proprie installazioni artistiche illuminate, le luci d’Artista. Tra volpi, balene, renne, tazzine e tante altre curiose raffigurazioni potete provare la vera magia del Natale!

Gubbio

A Gubbio, in provincia di Perugia, sotto Natale si accende la sagoma di un albero disegnatoalbero gubbio sul fianco di una collina. E’ grandissimo e sovrasta la città illuminandola e producendo uno spettacolo molto emozionante! Inoltre, tutto il paese viene “cosparso” di personaggi del presepe da ammirare girando nei vicoli medievali. Viene istallata anche una ruota panoramica dalla quale si può osservare tutta la città abbracciata dalle colline circostanti.

Alberobelloalberobello natale

Se volete perdervi tra le stradine di un magico borgo, tra calde luci colorate e camini fumanti, il Natale ad Alberobello è quello che fa per voi. Sui candidi trulli viene proiettato uno show di immagini natalizie con sfere colorate e ghirlande che rendono le antiche costruzioni uno spettacolo mozzafiato. Inoltre vengono allestiti mercatini natalizi dove potete trovare fantastici souvenir!

Greccio

Un ambiente unico e familiare quello che si respira nel decoratissimo e illuminato centro storico, un’occasione unica per curiosare alla ricerca di artigianato natalizio, ma anche per riscoprire la vera tradizione del presepe che proprio a Greccio è stato realizzato per la prima volta in tutto il mondo.greccio natale

Urbania

Da anni ormai, per l’epifania, Urbania si trasforma nella città della Befana, consegnando alla nonnina in persona le chiavi della città. Tutte le vie del suggestivo centro storico si riempiono di centinaia e centinaia di calze colorate e befane volanti. festa befana urbaniaSperiamo proprio che quest’anno la vecchia signora non  lasci del carbone!

Fateci sapere nei commenti se siete nella lista dei BUONI o in quella dei cattivi!

Julia, Viola e Aurora

 

 

Pubblicato in Orientamento | Lascia un commento

Il NATALE nel mondo

Si stanno avvicinando le festività natalizie e molte popolazioni si stanno preparando: stanno decorando ed addobbando le loro case in modi molto diversi, in base alle diverse culture e tradizioni. Fortunatamente in quasi 160 nazioni la festività natalizia viene festeggiata ed apprezzata anche da chi non è cattolico.

In Francia

In Francia, a Parigi (la “città dell’amore”), addobbano tutte le vetrine dei negozi della

piazza centrale, dando vita ad un vero e proprio spettacolo natalizio che tutti i passanti

adorano e che riprendono scattando foto e registrando video. FRANCIA 2

Parigi è anche molto conosciuta per le sue

grandi rappresentazioni, per i suoi

giganteschi alberi posti al centro della città

che danno luce ed illuminano tutto intorno….. Vi sono anche molte bancarelle che offrono

a turisti ed agli abitanti cibi tipici parigini e vendono oggetti fatti a mano.

In Spagna

Anche in Spagna la festa natalizia è molto seguita: le feste durano fino al 6 gennaio.SPAGNA2

Vengono fatti molti presepi e la natività viene festeggiata con la

messa di mezzanotte. Inoltre vi è una lotteria “tradizionale”

chiamata “El gordo”. Una tradizione ricorrente è quella di

festeggiare l’anno nuovo mangiando uva e di offrire ai passanti alimenti tipici spagnoli.

In Italia

ITALIAIn Italia il Natale è la festa più amata dell’anno, è la festa dei

bambini in occasione della quale si festeggia in famiglia facendo

cenoni e nella quale ci si scambiano regali e si attende la nascita

di Gesù. Una delle tradizioni per il pranzo di Natale è, fra le altre,

quella di mangiare un buon panettone o pandoro…. a seconda dei gusti….

In Brasile

BRASILE

In Brasile il Natale si festeggia in piena estate (poiché si trova nell’emisfero australe)

costruendo “pupazzi di sabbia”, ballando in spiaggia in costume. Molto spesso ci sono

anche delle persone che, vestite da Babbo Natale, serfano e giocano con i bambini sulla

spiaggia. Una tradizione ricorrente è quella di fare grandi cenoni in spiaggia.

In Oceania

OCEANIAIn Australia il Natale, proprio come in Brasile, si festeggia in

piena estate con costumi addosso e costruzioni di sabbia pronte

per le foto. La tradizione che è più diffusa in queste popolazioni

australiane è quella di cantare inni natalizi a lume di candela sulla

spiaggia.

In Lapponia

In Lapponia, “la terra di Babbo Natale”, tutti i piccoli villaggi, nel giorno di Natale, si

riempono di lucine colorate e tutto viene addobbato. LAPPONIA

I festeggiamenti iniziano un giorno prima: il 24 dicembre con una

sauna calda per dichiarare pace nel giorno più bello  dell’anno.

Un’ altra tradizione è quella di andare a visitare i propri

cari che sono defunti portando loro una candela in segno di omaggio.

In Islanda

ISLANDAIn Islanda il Natale dura ben 26 giorni, dal 25 dicembre fino alla

notte in cui finisce l’Epifania. Ci sono ben 13 Babbi Natale

chiamati “Jòlasveinar” che portano regali fino    alla fine della

festività. Gli Islandesi hanno una grande fortuna  perché quasi

tutti i Natali nevica e si verifica l  ’aurora boreale, fenomeno che illumina un    bellissimo

passaggio che non tutti hanno la possibilità di osservare. Molto spesso si va su motoslitte

attraversando ghiacciai  e facendo   percorsi in cui    possono osservare     molte caverne

ghiacciate.

Alice Fabrizi 1C

 

 

Pubblicato in Attualità | Lascia un commento

Il MISTERO di VERA C.

Cari lettori e lettrici,

con questo articolo vi vogliamo presentare un libro che la professoressa Scorcelletti ha letto in classe per noi.

Copertina libro IL MISTERO DI VERA C

IL MISTERO DI VERA C,

scritto da Stefania Gatti e illustrato da Alessandro Baronciani.

Il libro parla di una ragazza, Vivian, che vive a Roma in un palazzo da lei nominato “il Serpentone” per la sua enorme lunghezza. Nel corso del racconto deve affrontare diversi problemi, sia fisici che caratteriali. Il libro tratta temi come l’amicizia, l’adolescenza e l’amore, argomenti molto importanti ma anche molto difficili da affrontare.

Vivian ama leggere le poesie della sua scrittrice preferita, Emily Dickinson, una passione un po’ particolare per una ragazza della sua età, e per questo è considerata strana. Inoltre non si dedica moltissimo al suo aspetto che è spesso trasandato. Il tema dell’amicizia si rileva molto importante: la sua amica Ottavia e la signora Carlson, la sua scrittrice preferita, saranno un faro di luce in momenti bui ed oscuri.

Lo stile è accattivante e coinvolgente: cattura perfettamente l’attenzione del lettore. La suspense che la scrittrice crea stimola a leggere ogni volta un altro capitolo. Scorrevolezza e semplicità sono ingredienti principali della scrittura di questo libro.

Consigliamo la lettura di questo fantastico libro e speriamo che possiate innamorarvene così tanto da non smettere mai di leggerlo!

CIAO

Anna Boria, Alessandro Mancini, Manchep Md, Heba Mostefai  2A

 

Pubblicato in Istituto | 1 commento

PANDEMIA e DINTORNI

POSITIVIZZIAMO L’ATMOSFERA

Tutti sappiamo che il Covid 19 ha causato molti disastri, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Tutti pensano che non ci possa essere niente di buono in tutto ciò, ma in ogni avvenimento c’è qualcosa di positivo, magari alcune volte sarà più difficile trovarlo, ma c’è sempre. Per alcuni il Covid ha così poche cose positive che sono insignificanti, per altri invece possono essere barlumi di speranza che li guidano in un momento tanto buio.

MENO GAS, ARIA PULITA

1Da quando è iniziata la pandemia i gas di scarico di macchine e fabbriche sono diminuiti a vista d’occhio e anche in Italia, specialmente in Lombardia. Infatti l’Arpa che misura lo smog nell’aria ha registrato un notevole calo dei gas che ha sbalordito tutti.

AMICIZIE RAFFORZATE

Durante la quarantena ci siamo resi conto di quanto importanti siano amici e parenti. Eravamo spesso abituati a stare tutti insieme e non ci rendevamo conto di quanto fosse importante avere qualcuno intorno. amigosIl distacco ci ha fatto riflettere sull’importanza di un’amicizia e quando finalmente potremo stare di nuovo insieme, senza mascherine, quest’ultima sarà ancora più rinforzata.

L’IGIENE È IMPORTANTE

In questi tempi ci siamo resi conto veramente di quanto sia importante l’igiene personale. Durante la pandemia abbiamo iniziato a lavarci le mani frequentemente e a toglierci il vizio di toccarci il viso.

Abbiamo capito che se  una persona non  rispetta le regole,  tutti gli altri ne risentono e ciò ha portato ad un senso di maggiore responsabilità.

Voi cosa ne pensate? Avete mai visto il Covid 19 da questo punto di vista?

Anna Ciccoli – 1C

RICONOSCERE LE ESPRESSIONI AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Ciao a tutti, oggi vogliamo farvi notare una cosa molto importante…

Come tutti sappiamo bene, in questo momento stiamo vivendo una situazione difficile, con le mascherine poi è molto complicato capire quando una persona sta sorridendo o è seria.

O almeno era complicato all’inizio, perché se ci pensiamo bene, abbiamo imparato a comprendere le espressioni di chi ci sta di fronte dagli OCCHI.

Possiamo dire quindi che il Covid ci ha insegnato che gli occhi parlano spesso anche più della bocca e che spesso sono anche più percepibili.

Se ci riflettiamo bene, una persona può  fingere di sorridere per far credere a tutti che stia bene anche se non è felice, ma in fondo,

GLI OCCHI NON MENTONO MAI!

Viviana, Sara, Giulia classe 1E

Pubblicato in Attualità | 3 commenti

JESI e i suoi MURALES

Durante quest’estate in città ci sono stati molti cambiamenti: SONO STATI REALIZZATI NUOVI MURALES!

Uno è comparso sulle pareti esterne dell’ospedale Carlo Urbani e raffigura la Carità Celeste nelle forme di  una donna con una piuma in una  mano e un cuore nell’altra. Accanto si legge la scritta “Il Principio fondamentale della Medicina è l’Amore”

IMG_6914-678x381

Un altro, è stato realizzato anche sulla facciata della nuova piscina comunale e rappresenta due nuotatori.

piscina

L’ultimo, situato in centro, in Via Dell’Orfanotrofio, si intitola “GIOCO IN GIOCO” e mette a confronto i passatempi di due epoche diverse.murales-jesi-2-224x300

BANSKY:

I murales hanno acquistato molta popolarità anche grazie a un misterioso artista: Banksy.

Si suppone che sia nato nel 1974 e che il suo vero nome sia Robin Gunningham. È stato un ex-studente  della Bristol Cathedral Choir Scho○l, ma questa è solo un’ipotesi, infatti altri ritengono che sia il musicista e graffitista Robert Del Naja della rock band Massive Attack. Inoltre circolano delle idee secondo cui Banksy sarebbe una donna, oppure un gruppo di sei artisti che si riuniscono sotto un unico nome.

Nessuno lo sa dire con certezza ed è proprio questo velo di mistero che lo\la avvolge che lo\la rende intrigante! Finché non scopriamo la sua vera identità possiamo fare solo congetture!!!

Ma, forse, è meglio così per noi… d’altronde non tutti gli enigmi sono da risolvere.

I suoi murales e disegni vengono venduti alle aste e ai ricchi galleristi e uno dei più famosi, realizzato  del 2009, è “DEVOLVED PARLIAMENT” che raffigura la camera dei Comuni Inglese popolata da scimpanzè. Questo è stato venduto per più di  9.000.000 di sterline.

comuni scimpanzè

 

GIOCHINO

Abbiamo messo una parola con una “O” troppo sottile!!!

 Cercala e scrivila nei commenti.

 

GRAZIE PER LA LETTURA

Sarah S., Filippo

 

Pubblicato in Attualità | 5 commenti

Lo SPORT al tempo del CORONAVIRUS

Cari lettori,

attualmente per fare sport si utilizzano prevenzioni differenti alla realtà che vivevamo prima del covid-19.

Alcuni ragazzi della nostra classe praticano molti sport come ad esempio: basket, pattinaggio, judo, nuoto, hip hop, calcio. Purtroppo basket e nuoto sono stati sospesi mentre altri sono difficoltosi da praticare, come quelli di contatto: arti marziali, sport acquatici, danza, basket, pallavolo, pugilato, rugby, calcio…

È necessario portarsi gel disinfettante, mascherina e autocertificazione, inoltre bisogna sempre stare distanziati.

Abbiamo scoperto che lo sport più colpito dal coronavirus sono le bocce e quello meno a rischio COVID-19 è il tennis. Gli sport che invece si possono praticare con più facilità sono quelli individuali, in cui si adoperano le misure di sicurezza.

Per non rischiare l’infezione da COVID-19 si consigliano queste prevenzioni molto semplici:

1-Tenere sempre la mascherina alta che copra bocca e naso

2-Mantenere il distanziamento sociale di 1 metro

3-Evitare strette di mano, abbracci e altri contatti fisici

4-Se starnutisci o tossisci fallo sulla cavità del gomito

5-Se si hanno sintomi sospetti rivolgersi a persone specializzate come il medico di famiglia o la guardia medica.

Noi speriamo con tutto il cuore che presto le cose torneranno alla normalità. Intanto non ci resta che rispettare le regole e attendere che a breve si troverà un vaccino.

Irene Ciccarelli, Nicholas Ciandrini, Filippo Mimotti, Riccardo Loreti e Sofia Cecchetti 1 A

 

Pubblicato in Attualità | 4 commenti